Processo produttivo

Il continuo impegno nell’innovazione di processo accompagna da sempre la lunga esperienza di Calvi nell’industria siderurgica. Calvi dispone infatti di macchinari e impianti all’avanguardia che, insieme all’esperienza dello staff tecnico, consentono un’ingegnerizzazione del processo produttivo altamente competitiva su una vasta gamma di prodotti.

LAMINAZIONE A CALDO

Dopo il collaudo del materiale in entrata e la pelatura in automatico delle barre, la materia prima in barre tonde di acciaio colate, laminate o forgiate viene laminata a caldo, una lavorazione meccanica eseguita per ottenere la deformazione plastica dell’acciaio, mediante il passaggio ad elevate temperature tra coppie di rulli rigidi controrotanti. Le recenti sostituzioni di forni a induzione con forni di nuova generazione, l’incremento della potenza di riscaldo, la presenza di gabbie di laminazione e l’introduzione di aspi di avvolgimento automatico, certificano la più alta sicurezza e produttività di Calvi SpA. Per ridurre i tempi di consegna dei prodotti e garantire la massima flessibilità, è inoltre attivo, a supporto dei laminatoi, un reparto interno di costruzione di attrezzature di laminazione.

impianti di laminazione

PREPARAZIONE

Il trattamento termico, la fosfatazione ed il decapaggio chimico e meccanico del materiale permette di riportare l’acciaio a valori ottimali in termini di superficie e caratteristiche meccaniche, consentendone l’ottimizzazione per le operazioni successive. La preparazione può dunque risultare necessaria sia come pre-lavorazione sia come passaggio intermedio, da ripetere in diversi step del processo produttivo.

impianti di preparazione

TRAFILATURA A FREDDO

La trafilatura è il passaggio principale della produzione dei profili e si contraddistingue per l’approntamento di geometrie complesse con precisione centesimale al prodotto, conferendo una sezione finale delle dimensioni richieste dal cliente. Le analisi di fattibilità dei profili trafilati vengono elaborate mediante sofisticati strumenti di calcolo (FEM) che garantiscono l’ottimizzazione delle attività di trafilatura già in fase di studio del progetto. Tutte le attrezzature e i numerosi impianti di trafilatura per barre e bobine sono progettati internamente e dotati di una forza di tiro pari a 1000 kN. Una volta terminata la trafilatura possono seguire ulteriori passaggi di trattamento termico, chimico o meccanico e di nuova trafilatura a freddo, oppure procedere al taglio dei profili.

impianti di trafilatura

FINITURA

La consolidata esperienza di Calvi SpA nella produzione di una gamma dimensionale sempre più ampia di profili speciali si estende anche alla fase di finitura, che avviene mediante linee di raddrizzatura appositamente concepite che permettono di rispettare anche le richieste più restrittive di rettilineità che vengono avanzate (max 0,1 mm/mt). Il materiale finito è raccolto poi in fasci reggiati, in casse o su pallets a seconda delle esigenze del cliente o della necessità di protezione, predisposto per la spedizione via terra, via mare o aerea.

impianti di finitura
almawareProcesso produttivo